Natale 2016 in Puglia, Offerte, Presepi e Tradizioni

43^ EDIZIONE DEL PRESEPE DI ALBEROBELLO (BARI)
Le date sono: 
26-27-28-29 Dicembre 2013

Il Presepe Vivente di Alberobello, in provincia di Bari, in Puglia ha quasi quarant’anni e non li dimostra!
Come i nostri ulivi, esso affonda le radici nella fertile terra pugliese, ricca di storia e di tradizioni, e da essa, ogni anno, trae nuova linfa per restituire rami verdi e frutti sempre più preziosi.

Il Presepe Vivente di Alberobello è nato nel 1970 nel famoso rione “Monti” e da quasi vent’anni rivive nel rione “Aia piccola”, la zona più antica del paese che, con i suoi 400 coni, è il vero centro storico della Capitale dei trulli, la cornice ideale per raccontare la storia dell’Uomo e degli uomini. Tutto ciò fa del Presepe Vivente di Alberobello un museo/teatro interattivo in cui i 230 figuranti con i visitatori, divenuti personaggi anch’essi, si muovono in un Alberobello di fine ‘800, lungo un percorso di vicoli e viuzze illuminati da torce e lumi a petrolio, ed interpretano un copione che si ispira ad un particolare tema diverso ogni anno che li coinvolge in vicende raccontate con scene di teatro popolare.

Circa 30 “casedde”, abbandonate da tempo vengono riaperte per l’occasione, per ridare vita a vecchi mestieri ormai dimenticati: u cuonza piattr, la tessitrice, il piattaio, il seggiaio, il maniscalco, il calzolaio, lo stalliere, il lampionaio, lo spazzacamino, u lattataur, il molitore, l’arrotino, u guardamnder, il mugnaio, il fornaio, il fabbro, il falegname, l’orologiaio, il vasaio, la ricamatrice, il caldarrostaio, il pescivendolo, il fioraio, il pastore. Le parole del passato, i proverbi, i modi di dire ormai dimenticati incuriosiscono i visitatori e li spingono a interagire costantemente con i personaggi, le situazioni, i luoghi. E così piangono, ridono, assaporano, toccano, si adirano, perdonano, riflettono, imparano e recuperano il valore di un mondo più povero si, ma non meno ricco di inventiva, di soluzioni, di valori, di profumi, di sapori, di parole.
Ritornano ad un Natale essenziale e vero che racconta la storia di un Dio che si fa uomo.

L’ingresso al Presepe è da sempre gratuito. Tutta la manifestazione si regge sul volontariato.
Si consiglia la prenotazione dei biglietti di ingresso per la visita al Presepe.
Ottenere il codice di Prenotazione telefonando ai numeri 333 5222150 - 333 3261655
La prenotazione fornisce un orario di massima per l’ingresso al Presepe.
I biglietti devono essere ritirati almeno un’ora prima dell’orario prenotato.
Il non rispetto di tale termine fa decadere la prenotazione offrendo ad altri la possibilità di ingresso.
La biglietteria è collocata presso il Palazzo Municipale (Piazza del Popolo).
Al Presepe si accede dalla chiesa di Santa Lucia.
www.dabetlemmeagerusalemme.it


LA NOTTE SANTA - PRESEPE VIVENTE AD ALBERONA (FOGGIA) IV EDIZIONE. 
24-25-29 Dicembre 2013. 6 Gennaio 2014.


Sarà il Presepe Vivente più grande della Capitanata quello che, ad Alberona, riprodurrà la notte santa e le scene di vita quotidiana di Betlemme al tempo della nascita di Gesù. Per il quarto anno consecutivo, l’associazione culturale “Giovani nel Tempo” e la Parrocchia Natività di Maria Vergine organizzeranno la manifestazione che fa rivivere la notte santa del Natale e l’antica città di Betlemme.

Quest’anno l’evento sarà ampliato e arricchito grazie alla larghissima partecipazione della popolazione. Saranno oltre 100 le persone coinvolte nella rappresentazione tra figuranti, volontari e addetti all’accoglienza. Scene e ambientazioni del Presepe Vivente alberonese saranno ospitate nella parte più antica e meno conosciuta di Alberona, in provincia di Foggia, in un percorso che si dipanerà tra gli archi, le viuzze di pietra, le piazzette e le abitazioni dei quartieri storici.

Alberona fu sede dei cavalieri Templari, leggendari difensori della cristianità, che hanno lasciato tracce indelebili del loro passaggio soprattutto sulla facciata della Chiesa Madre. Il percorso attraverso le scene della Natività, inoltre, sarà un affascinante cammino per chi ama gli stemmi e i portali delle abitazioni poste nel cuore del centro storico alberonese.

Ai preparativi e all’occorrente per mettere in scena il Presepe Vivente parteciperà tutto il paese. Un contributo fondamentale alla riuscita dell’evento sarà fornito dagli esercizi commerciali e dai ristoratori: toccherà a questi ultimi, infatti, fornire le pietanze che saranno consumate nella “locanda di Betlemme” e quelle che verranno utilizzate per rendere più veritiere e credibili le scene della Natività.

Il Presepe Vivente aprirà i battenti la notte del 24 Dicembre 2013, dalle ore 24.00, con la rappresentazione della nascita di Gesù, e nelle serate a seguire (25 e 29 Dicembre, 6 Gennaio 2014) con l’animazione di tutte le altre scene che faranno rivivere l’antica Betlemme. Il Presepe Vivente, infine, chiuderà il 6 Gennaio con l’arrivo dei Re Magi.
Leggi le altre informazioni


XVIII Edizione del Grande Presepe Artistico di Salice Salentino (Lecce).

Dal 8 Dicembre al 6 Gennaio con orario 16.30 - 20.30.
- Area Presepiale di circa130 mq;
- 24 meravigliosi scenari eseguiti con pazienza certosina in Cartapesta Ambientale;
- Preziosissime statuette (30 cm) eseguite esclusivamente per le scene rappresentate in Cartapesta Leccese (Arte Sacra);
- Sistema collinare eseguito in schiuma espansa e acrilici;
- Firmamento celeste rappresentato dalle Costellazioni principali dell'emisfero nord;
- Sistema luminoso che imita le fasi diurne e notturne.
Eccezionale successo di pubblico, proveniente da tutta Italia.
Leggi le altre informazioni


XIV Edizione del Presepe Vivente di Mottola (Taranto).

22 Dicembre 2013 e 5 Gennaio 2014 presso "Grotte della Madonna Sette Lampade".

Per il secondo anno consecutivo, nel centro storico di Mottola "La Schiavonia", rivive la magia del Natale, attraverso l'allestimento di un Presepe Vivente davvero unico. Negli angoli più suggestivi del borgo sarà ricostruito un pezzo dell' antica Betlemme. Un percorso tra le capanne dei pastori, del fabbro come del falegname, delle brave massaie o del calzolaio, del pescatore o del cestaio, sino ad arrivare alla capanna della Natività.

Diverse le postazioni, realizzate in maniera davvero artigianale, durante queste ultime settimane, con palme, canne, legna, paglia, pietra tufacea. Tutti materiali naturali, semplici, ma assemblati con maestria dall'organizzatore Angelo Filomena, che, con la collaborazione dell'Associazione per la musica e cultura popolare "Yicuvra" di Leo Caragnano, è il vero artefice di questo miracolo: Mottola come Betlemme. 
Leggi le altre informazioni


Mostra dei Presepi a Bari
VIII Edizione di "Spacca Bari"

I baresi amano sempre di più il presepe, lo dimostra l'afflusso di visitatori che di giorno in giorno cresce all' VIII edizione di “SpaccaBari”, la tradizionale mostra di presepi d’autore organizzata nei locali di Palazzo di Città dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari, dalla Circoscrizione Murat-S. Nicola e dall’associazione “SpaccaBari” presieduta da Biagio Diana.

La mostra, inaugurata lo scorso 8 Dicembre e in programma fino al 6 Gennaio 2014, ospita i manufatti di oltre cinquanta artigiani presepisti e celebra quest’anno la memoria dei due pittori sacri Maria Vitale e Lillo Dellino.
 
Nei locali di Palazzo di Città, con entrata da via Roberto da Bari, si viene subito avvolti dall'atmosfera unica ed inconfondibile che solo a Natale è possibile respirare e vivere.

Sebbene realizzati con materiali poveri quali pietra e legno, i presepi esposti sono talmente suggestivi da commuovere ognuno per uno più particolari diversi. Proprio la semplicità dei materiali utilizzati anche nella creazione dei personaggi che popolano scorci di paesaggi tipici pugliesi o del borgo antico di Bari o persino di Betlemme o in luoghi di fantasia, con la maestria di chi mette tutto l'amore per un'arte che non si è mai persa, rendono la Natività più autentica tanto da far vivere un momento solenne che secondo gli artisti si realizza dovunque: una grotta può trovarsi in un vicolo della Città Vecchia magistralmente riprodotto in ogni particolare, tra i muri di un trullo, persino all’interno di una cornucopia o ancora in un cesto di vimini.

La mostra è aperta al pubblico dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 19 alle 22 (chiusura alle ore 23 il sabato, la domenica, mercoledì 25 e giovedì 26 dicembre, mercoledì 1 e lunedì 6 gennaio; il 24 dicembre aperta solo la mattina). 
Leggi le altre informazioni



Presepio di Zolfo a Santa Cesarea Terme (Lecce)

Il 24 Dicembre di ogni anno a Santa Cesarea Terme viene realizzato un Presepe di zolfo nella Grotta Sulfurea del Comune.

Il Presepe di Zolfo di Santa Cesarea Terme, in provincia di Lecce,unico nel suo genere, è costituito da personaggi realizzati con una colata di zolfo da affermati professionisti nel settore. 

Si tratta di un presepe tra storia e leggenda: proprio nella Grotta Sulfurea, si narra che nel XV secolo una giovane vergine di nome Cesaria, per sfuggire alle insidie del padre brutale e violento si rifugiò; qui il padre precipitò e la fanciulla si salvò; da allora una sorgente di acqua sulfurea sgorga dalla terra, proprio in quel punto. Ma al di là di ciò che narrano le leggende, la Grotta Sulfurea, presenza caratteristica dell’ambiente naturale di Santa Cesarea, è il prodotto dell‘attività estrattiva dello zolfo, in passato fonte di reddito per le famiglie locali.

Caratterizzata dalla presenza di acque sulfuree, da stalattiti, da roccia sedimentaria che racchiude numerosi fossili, nel periodo natalizio ospita questa grande rappresentazione sacra della Natività. Abili costruttori allestiscono carrellate di scene come in una rappresentazione ogni anno diversa. 
Leggi le altre informazioni



Presepio Vivente di Tricase (Lecce). XXXIV Edizione.

L'emozione che regala il Presepe Vivente di Tricase, in provincia di Lecce, è unica ed irripetibile.
Lo scenario naturale lo rende singolare e prezioso per la sua bellezza, offrendo il ricordo indelebile a chi lo visita per la prima volta ed a chi lo vede apparire da ormai trentuno anni, in prossimità del Natale, sulla collina di Monte Orco.

35.000 lampadine luccicanti fanno da preludio alla rappresentazione vivente del racconto della nascita di Gesù.

Infatti, tutti i personaggi ritratti nelle narrazioni evangeliche sono interpretati e messi in scena dalla gente del posto nelle rappresentazioni dei più antichi mestieri salentini. In passato, tra i tanti modesti lavori, c'erano il calzolaio, il conciabrocche, il pelacane a rendere ricco, il povero territorio della nostra terra ed ancora c'erano il mulino ed il frantoio, semplici strumenti, in grado di trasformare con la solerzia di un asinello, i frutti della fatica dell'uomo, per donare un minimo di appagamento. E, intanto le donne erano in casa concentrate nei lavori di filatura o affaccendate a preparare i genuini impasti delle "orecchiette".

Il Presepe Vivente di Tricase non è solo rievocazione folklorista del territorio, bensì riproduzione scrupolosa di ambientazioni storiche romane, con la reggia di Erode, la casa dei romani, ma anche la sinagoga con i soldati in costume.

Infine, si può ulteriormente comprendere la bellezza di Monte Orco, la sua grandiosità con la vista di un panorama mozzafiato che essa regala ai visitatori, poco prima di entrare nell'umile Grotta della Natività. È lì, davanti all'ingresso, la fiammella della Luce della Pace, giunta come ogni anno da Betlemme. L'amore e la grazia di Dio giungono a noi, simbolicamente, dalla Palestina.

Le serate di apertura saranno 25, 26, 28 e 29 dicembre 2013 e 1,4,5 e 6 gennaio 2014, dalle ore 17:00 alle ore 20:30. 
Leggi le altre informazioni



Presepio Subacqueo di San Cataldo (Lecce). 

Il presepe subacqueo di San Cataldo è considerato il più bello del Salento, pur nella sua semplicità, realizzato da artisti che hanno avuto l’idea di costruire un qualcosa di suggestivo ma che avesse zero impatto ambientale, e solo benefici.

Numerosi visitatori vengono ad assistere a questa straordinaria messa in scena, soprattutto dalla vicina Taranto ove, presso la foce del fiume Bevagna, a pochi passi del Santuario di S. Pietro, vi è ancora un pozzo detto di S. Cataldo, presso il quale si sarebbe riposato il Santo, a testimonianza ulteriore del legame con l’acqua di questa città.

Nel tardo pomeriggio del 24 Dicembre 2013con inizio alle ore 18.00 si ripeterà il rituale dei sub che faranno nascere Gesù Bambino in uno specchio d’acqua antistante il porto.
Reazioni entusiaste da parte dei visitatori, non mancheranno certo perchè con questa tradizione del presepe subacqueo apre i battenti un nuovo modo di apprezzare la Natività, regalando ai visitatori un’esperienza rinnovata sotto numerosi punti di vista. 
Leggi le altre informazioni




PRESEPE VIVENTE DI RIGNANO GARGANICO (FOGGIA)
Fervono i preparativi nel più piccolo e affascinante comune del Gargano per la XVI edizione del Presepe Vivente. A 590 metri sul livello del mare, nel cuore del Parco Nazionale del Gargano della provincia di Foggia, con scenari, colori, atmosfere e profumi irripetibili, Rignano Garganico rinnova la tradizionale rappresentazione della Sacra Natività

Nel percorso che conduce alla grotta della Santa Natività, attraverso il centro storico dell’affascinante borgo medievale, saranno allestite le botteghe degli antichi mestieri, che rivivranno grazie ai tanti attori in abiti d’epoca, intenti a lavorare coi metodi ed attrezzi originali e perfettamente funzionanti, i momenti tipici della vita quotidiana. Ed ecco quindi la massaia, il fabbro, il calzolaio, le ricamatrici, gli zampognari, il  contadino che ritorna dai campi, il lattaio che cerca di vendere il latte appena munto, lo speziale, il venditore di verdure. 

Si potranno gustare prodotti enogastronomici tipici natalizi e non, che scalderanno, nel freddo inverno garganico, palato e cuore.Info.....

 
Ospite